VIENNA HOTELS ONLINE - VHO


english version deutsch Verzion magyar változat versione italiana
English Deutsch Magyar Italiano

Stephansdom


Guida per hotel a Vienna:
Alberghi vicino alla Stephansplatz
Alberghi a Mariahilferstrasse (Westbanhof)
Alberghi vicino alla stazione Südbanhof
Alberghi nei dintorni di Schönbrunn
L'elenco degli alberghi distretto a distretto
Alberghi economici Vienna
Alberghi che accogliano animali domestici
Eco-albergo
Alberghi con l'aria condizionata
Alberghi per le persone disabili
Parcheggio gratuito
Alberghi con l'Internet
Albergo con acqua letto in camera
Alberghi per famiglie
Alberghi in zona verde
Alberghi centrali
Pensione
Hostel
Prenotazione alloggi
Prezzi alberghieri
Stagioni
Ricerca alloggio
Alloggi stagionali

Guida turisitica per Vienna:
Prater
Hofburg
Stephansdom
Il Quartiere dei Musei di Vienna
Museo Albertina
Lo zoo di Vienna
La Scuola Equestre Spagnola
L'aeroporto internazione di Vienna
Distanze da Vienna
Il Beisl viennese
Usare Internet a Vienna
Prendere i soldi
Mezzi pubblici a Vienna
Taxi a Vienna
Dove comprare?
Mariahilferstrasse
Giro turistico con carrozza
Vienna - parte del patrimonio mondiale

Guida turistica per Austria:
Gli stati federati ed i capitali
Categorie alberghieri in Austria
Salisburgo - parte del patrimonio mondiale
Dizionario dei viaggiatori
Sciare in Austria
In treno in Austria


Prenotazione hotel
Autonoleggio
Nel centro storico di Vienna, nel quartiere Stephansdom si trovano numerosi monumenti storici. Le viuzze serpeggianti e le piazze spaziose del distretto ospitano uffici del governo, uffici vari, locali e negozi eleganti. La curiosità più visitata della zona comunque rimane sempre il maestoso Stephansdom che si innalza al centro geometrico di Vienna. Il Stephansdom non è solo il monumento gotico più bello dell'Austria, ma è anche una delle più belle chiese gotiche del mondo. Benché sullo stesso luogo ci fosse già da 800 anni un tempio romano, Rudolf il IV. nel 1359 lo fece modificare per farlo diventare la costruzione gotica di oggi.

Le curiosità principali della cattedrale:

Torre meridionale - dalla torre gotica simbolo principale di Vienna si apre un bellissimo panorama sulla città. Come prova di ciò menzioniamo che dalla Stephansturm, chiamata solo "Steffl" dai viennesi, condusse il Conte Starhemberg la difesa contro l'assedio turco. Dalla stanza nella torre si apre un magnifico panorama non solo sul centro, ma si possono anche ammirare i mosaici del tetto del duomo e le ornamenta della facciata intagliati minuziosamente.

Il pulpito esterno di Giovanni Capistrano - Il pulpito sorge al muro esterno nord-occidentale del santuario e fu eretto dopo la vittoria sui turchi nel 1456. Secondo la leggenda da questo luogo animò i soldati alla battaglia il frate italiano. La statua barocca del Settecento situata sopra il pulpito rappresenta il Capistrano santificato che - ebbro di trionfo - calpesta il cadavere di un battagliero turco.

Torre settentrionale - Questa torre è più bassa di quella meridionale perché - secondo la leggenda - il costruttore, Hans Puchsbaum, fece un patto con il Diavolo e gli promise di non pronunciare mai il nome di un santo. Ruppe invece la promessa e per punirlo il Diavolo lo buttò dalla torre e così il maestro non potè finirne la costruzione.

Il Stephansdom, oltre a quelle già menzionate, offre molte altre curiosità: il Portone Vescovo che fu l'entrata per le donne alla cattedrale e il Portone Singer, l'entrata maschile, il sontuoso Portone Colossale dell'entrata principale, le Torri Pagane che sono i ricordi tardo-romani più rilevanti, e il segno "O5", inciso nel muro a destra dell'entrata principale, che fu il simbolo del movimento di resistenza austriaco (fu il codice segreto dei partigiani durante i sette anni di occupazione del Terzo Impero).

Oltre alle bellezze all'esterno, la cattedrale nasconde al suo interno molte opere d'arte raccolte nel corso dei secoli. Nell'interno spazioso della chiesa si trovano tesori come il pulpito di Pilgram - il pergamo ornato di intagli di Anton Pilgram, il capomastro del duomo, è decorato con il ritratto dei quattro Padri della Chiesa. Sul pulpito, che secondo il suo nome popolare "curiosa alla finestra", si vede anche il maestro alla "finestra" sotto le scale. Sul corrimano delle scale scivolano lucertole e rane che rappresentano il Male.

Campana Pummerin - la campana della torre settentrionale rispecchia bene la storia turbolenta della città di Vienna. L'originale fu fondata dai cannoni lasciati indietro dai turchi dopo l'assedio senza successo del 1683 e cadde nel 1945 quando ci fu un incendio nel duomo. La campana di oggi è più grande ed è stata fondata utilizzando anche quella vecchia.

Catacombe - Sotto la torre settentrionale si trovano delle scale che scendono nei corridoi delle catacombe sotto la piazza. In queste catacombe si trovano non soltanto le tombe di migliaia di viennesi che furono risepelliti qui dopo la liquidazione del Cimitero Santo Stefano, ma anche le urne degli Asburghi dalla cripta imperiale.

Altre curiosità all'interno del duomo: l'altare Wiener Neustädter che rappresenta momenti dalla vita della Vergine Maria e del Cristo, il piede dell'organo, opera del Pilgram con l'autoritratto del maestro, la statua del Cristo crocifisso sull'altare della cappella, dove il Cristo, secondo la leggenda, ha la barba umana che continua a crescere tuttora, un quadro dal 1679 che rappresenta il Baldacchino con la Madonna di Mariapocs che contribuì con le sue lacrime alla vittoria delle truppe di Eugenio di Savoya secondo la leggenda.



www.vho.at | Contact us

Email: office@vho.at
Tel: +43 1 253 0033
Fax: +43 1 253 0034

All rights reserved.